Sace Simest e Bpm 360 mln per sostenere le Pmi

Sace, Simest, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp, e Banco Bpm mettono a disposizione 360 milioni di euro per sostenere la crescita sui mercati esteri – ad alto potenziale ma dai profili di rischio elevato – delle imprese clienti della banca.
Grazie all’intesa recentemente siglata – che prevede un plafond dedicato di 60 milioni di euro – le imprese potranno accedere più facilmente alle principali soluzioni assicurativo-finanziarie utilizzate per l’attività commerciale sui mercati esteri, come il pagamento delle forniture regolate con crediti documentari (lettere di credito) o il rilascio di garanzie contrattuali richieste per gare o commesse internazionali (bond).
L’intesa rafforza una partnership tra la banca e Sace Simest che aveva già originato due importanti accordi. Il primo consiste in una convenzione da 300 milioni di euro dedicata alle Pmi: un finanziamento a condizioni dedicate, erogato da Banco Bpm e garantito da Sace, finalizzato a sostenere investimenti che abbiano come obiettivo lo sviluppo del business sui mercati esteri, come partecipazioni a fiere internazionali, spese pubblicitarie, acquisto e rinnovo macchinari e impianti, attività di ricerca e sviluppo, apertura nuove filiali e molto altro. Il secondo è un accordo di collaborazione per facilitare le imprese nel recupero dei propri crediti commerciali a condizioni vantaggiose per operazioni con l’estero. Grazie a questa iniziativa, infatti, le Pmi creditrici potranno affidarsi agli specialisti di Sace che gestiranno le diverse fasi dell’attività stragiudiziale e giudiziale per il recupero dei crediti, sino alla negoziazione di accordi di ristrutturazione dell’esposizione finanziaria di corporate e anche di repossession e remarketing di forniture all’estero.

Fonte: ildenaro.it