top of page
  • Administrator

Bonus pubblicità, dichiarazione entro il 10 febbraio

Il 10 febbraio è il termine entro il quale è possibile inviare la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti pubblicitari effettuati nell’anno 2021; i soggetti che hanno presentato la comunicazione per l’accesso al bonus pubblicità nel corso dell’anno 2021, per confermare la prenotazione devono inoltrare la dichiarazione sostitutiva dal 10 gennaio al 10 febbraio 2022.


La finestra per la presentazione della dichiarazione sostitutiva degli investimenti pubblicitari effettivamente realizzati nel 2021 è stata posticipata (originariamente era prevista dal 1° al 31 gennaio 2022), a causa di interventi di aggiornamento della piattaforma telematica.

Sono confermate le modalità per la presentazione del modello di dichiarazione sostitutiva telematica, che deve essere inviato tramite i servizi telematici dell’agenzia delle Entrate, attraverso l’apposita procedura disponibile nella sezione dell’area riservata «Servizi per» alla voce «Comunicare», accessibile con Sistema pubblico di identità digitale (Spid), Carta nazionale dei servizi (Cns) o Carta d’identità elettronica (Cie).


Il comma 1-quater dell’articolo 57-bis del Dl 50/2017 convertito, con modifiche, dalla legge n. 96/2017 prevede che, per gli anni 2021 e 2022, il credito d’imposta in esame sia corrisposto, nella misura unica del 50% del valore degli investimenti effettuati dalle imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali.

L’agevolazione è concessa nel limite massimo dello stanziamento annualmente previsto e nei limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti «de minimis».

Per ciascuno degli anni 2021 e 2022 è stato previsto uno stanziamento annuo, pari a 90 milioni, che costituisce tetto massimo di spesa. Il beneficio è concesso nel limite di 65 milioni per gli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche online, e nel limite di 25 milioni per gli investimenti pubblicitari effettuati sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.


Fonte Il Sole 24 Ore

28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Legge Sabatini e capitalizzazione

Sabatini, al via gli incentivi per favorire la capitalizzazione delle piccole e medie imprese: le Pmi che vogliono richiedere il contributo devono essere costituite come società di capitali e i loro s

Nuova Sabatini green e certificazione dei fornitori

Nuova Sabatini green: l'agevolazione messa a disposizione dal ministero delle Imprese e del Made in Italy cambia e pone l’accento sulla sostenibilità. Con le modifiche apportate alle fine del 2023, vi

Lazio, agevolazioni per l'innovazione

La Regione Lazio, con l’obiettivo di ampliare l’offerta di servizi dedicati a innovatori, creativi, start up e micro, piccole e medie imprese, ha programmato un investimento di 34 milioni sulla Rete S

Comments


Commenting has been turned off.
Post: Blog2 Post
bottom of page