• Administrator

Comunicazione per il bonus moda 2021

Con l’aggiornamento del modello per la comunicazione dell’incremento del valore delle rimanenze finali di magazzino nel settore tessile, della moda e degli accessori comunicato il 6 maggio dall’agenzia delle Entrate è tutto pronto per la richiesta del bonus tessile.

La comunicazione, per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2021, va inviata con modalità telematiche dal contribuente o dall’incaricato della trasmissione telematica, da martedì 10 maggio al 10 giugno.

Il credito d’imposta spetta nella misura del 30% del valore delle rimanenze finali eccedenti rispetto la media del medesimo valore registrato nei tre precedenti periodi d’imposta. A tal fine il metodo e i criteri applicati per la valutazione delle rimanenze finali di magazzino nel periodo d’imposta di spettanza del beneficio devono essere omogenei rispetto a quelli utilizzati nei tre periodi d’imposta considerati nella media.


I controlli verranno effettuati sulla base dei bilanci per le società con bilancio certificato mentre le imprese non soggette a revisione legale dei conti e prive di collegio sindacale devono avvalersi di una certificazione della consistenza delle rimanenze di magazzino, rilasciata da un revisore legale dei conti o da una società di revisione legale.

Il decreto del Mise 27 luglio 2021 ha individuato l’elenco dei codici Ateco dei possibili beneficiari del bonus operanti nell’industria tessile e della moda, della produzione calzaturiera e della pelletteria.


Fonte Il Sole 24 Ore

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il decreto aiuti interviene sul credito d’imposta per investimenti in beni immateriali 4.0, i software, disponendo l’innalzamento del beneficio dal 20 al 50%. La maggiorazione si applica retroattivame

Il credito d’imposta del 20% sugli investimenti in ricerca e sviluppo su farmaci e vaccini è operativo dal 1 giugno del 2021 e sarà valido fino al 2030, ma in quasi un anno di vita è rimasto solo sull

Sei mesi in più per non perdere il bonus per gli investimenti in beni strumentali e agganciare le aliquote più alte per gli acquisti di beni «Industria 4.0». Le commissioni Affari costituzionali e Bil