top of page
  • Administrator

Contributi regionali per i macchinari agricoli

Contributi a fondo perduto dal 55 all’80% dal Pnrr, al via i bandi per l’ammodernamento dei macchinari agricoli; dalla Campania al Lazio, fino a Valle d’Aosta, Umbria e Toscana, varie regioni apriranno o hanno aperto bandi su questi investimenti. Le domande vanno compilate e inviate telematicamente tramite l’applicativo del Sistema informativo agricolo nazionale (Sian).


Campania

Apre il 29 gennaio (con scadenza il 15 marzo) il bando che concede incentivi per l’acquisto di macchinari per l’agricoltura di precisione utili a ridurre l’impatto ambientale e affrontare le sfide legate al clima.

Il sostegno viene fornito sotto forma di contributo in conto capitale. L’aliquota massima è del 65% degli investimenti ammissibili ma può salire all’80% per i giovani agricoltori in linea coi requisiti del Piano strategico della Pac 2023-2027 per l’Italia. Le spese massime sono fissate a 35 mila euro per alcuni investimenti e 70 mila per altri, con eccezioni.

Gli investimenti agevolabili includono supporto all’acquisto di macchine e attrezzature agricole, sostituzione di veicoli fuoristrada usati in agricoltura e zootecnia, supporto all’innovazione dei sistemi irrigui e gestione delle acque, spese generali.

I beneficiari includono imprese agro-meccaniche, microimprese e Pmi agricole e loro cooperative e associazioni, come definite nel Regolamento Ue 2022/2472.

La Regione dispone di 21.262.268,45 euro per la sottomisura. Gli interventi sono finanziati dall’Ue col programma Next Generation Eu.


Valle D’ Aosta

Sono previsti contributi a imprese agro-meccaniche, microimprese, Pmi agricole e loro cooperative e associazioni che investono su macchine per l’agricoltura di precisione, veicoli elettrici o a biometano e innovazioni nei sistemi irrigui.

L’importo massimo varia tra 35mila e 70mila euro in base all’intervento. Gli aiuti in conto capitale coprono dal 65% delle spese all’80% (solo se i beneficiari sono giovani agricoltori). Le domande vanno inviate dal 1° febbraio al 24 marzo e gli interventi devono iniziare dopo l’inoltro. I fondi superano 1,6 milioni.


Lazio

Per il Lazio lo stanziamento è di 23,4 milioni. Il bando si rivolge a imprese agro-meccaniche, microimprese e Pmi agricole, agevolando investimenti in macchine e attrezzature per agricoltura di precisione, innovazione dei sistemi irrigui e gestione delle acque.

Il contributo massimo è di 35mila euro, mentre per la sostituzione di veicoli fuoristrada per agricoltura e zootecnia arriva fino a 70mila. L’aliquota non può superare il 55% dei costi ma può salire al 70% per investimenti di giovani agricoltori. Le domande scadono il 31 marzo.


Umbria

Anche l’Umbria punta a finanziare gli stessi investimenti con un bando ad hoc. Il contributo, pari al 65% delle spese ammissibili, può aumentare del 15%. Un incremento applicabile quando la richiesta arriva da un giovane agricoltore (under 41 al momento della presentazione della domanda o che ha iniziato l’attività come capo azienda nell’anno di richiesta del sostegno o nei cinque precedenti). Le istanze sono ammesse fino al 29 marzo e il bando ha una dotazione di circa 10 milioni.


Toscana

Come le altre regioni, anche la Toscana ha deciso di stanziare oltre 22 milioni per agevolare l’ammodernamento dei macchinari agricoli che consentono l’introduzione di tecniche di agricoltura di precisione.

Possono fare richiesta dei contributi messi a disposizione dalla Regione le imprese agro-meccaniche e le micro, piccole e medie imprese agricole e loro cooperative e associazioni, come definite all’Allegato I del Regolamento Ue 2022/2472. Rimangono, invece, escluse dal parterre dei potenziali beneficiari, le grandi imprese. Le domande dovranno essere inoltrate entro il 28 marzo 2024.


Fonte Il Sole 24 Ore

Post recenti

Mostra tutti

Nuova Sabatini green e certificazione dei fornitori

Nuova Sabatini green: l'agevolazione messa a disposizione dal ministero delle Imprese e del Made in Italy cambia e pone l’accento sulla sostenibilità. Con le modifiche apportate alle fine del 2023, vi

Lazio, agevolazioni per l'innovazione

La Regione Lazio, con l’obiettivo di ampliare l’offerta di servizi dedicati a innovatori, creativi, start up e micro, piccole e medie imprese, ha programmato un investimento di 34 milioni sulla Rete S

Due bandi per il Made in Italy sostenibile

Il lancio di due bandi aperti a università e imprese, ma anche i primi risultati dei 72 progetti già attivi, incentrati nel rendere il Made in Italy circolare, autosufficiente e sostenibile, dalla pro

Post: Blog2 Post
bottom of page