• Administrator

Logistica agroalimentare e progetti di sviluppo

Fino al 30 novembre 2022 possono essere presentati progetti a sostegno degli investimenti per lo sviluppo della logistica agroalimentare tramite il miglioramento della capacità logistica dei mercati agroalimentari all’ingrosso per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo.

Il decreto del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestale pubblicato il 27 ottobre prevede i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione e la documentazione da presentare a corredo delle stesse, nonché gli ulteriori elementi atti a definire la corretta attuazione dell’intervento agevolativo.

Le domande di accesso alle agevolazioni devono essere presentate a Invitalia esclusivamente tramite posta elettronica certificata (pec).


I beneficiari degli investimenti sono soggetti pubblici o privati, gestori di mercati all’ingrosso operanti nei settori agroalimentare, ittico, florovivaistico. È ammessa una sola domanda di agevolazione rispetto a ciascun mercato alimentare all’ingrosso. Qualora, in relazione a un medesimo mercato, pervengano più domande, anche volte all’agevolazione di differenti progetti, l’Agenzia prende in considerazione esclusivamente la domanda pervenuta per ultima, sulla base dell’ordine temporale di ricevimento. Ogni progetto dovrà avere un costo complessivo non superiore a 20 milioni e non inferiore a 5 milioni di euro.

Le agevolazioni saranno concesse, nella forma della sovvenzione diretta, fino a 10 milioni per progetto di investimento. I beneficiari degli investimenti sono soggetti pubblici o privati, gestori di mercati all’ingrosso operanti nei settori agroalimentare, ittico, florovivaistico. Un importo pari almeno al 40% delle risorse è riservato al finanziamento di progetti da realizzare nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

La graduatoria è formata in ordine decrescente sulla base del punteggio complessivo attribuito a ciascuna domanda di agevolazione, determinato dalla somma dei punteggi attribuiti per ognuno dei criteri e dei sub-criteri individuati dall’avviso. In caso di parità di punteggio tra più domande, prevale quella con il minor importo di agevolazione richiesto in percentuale sui costi ammissibili.

Le agevolazioni sono erogate dall’Agenzia in non più di tre stati di avanzamento lavori (Sal), sulla base delle richieste presentate da parte dei soggetti beneficiari.


Fonte Il Sole 24 Ore

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dal Pnrr arrivano oltre 350 milioni di rifinanziamento che permettono la riapertura, dal 28 novembre 2022, dei contratti di sviluppo a sostegno di programmi su fotovoltaico (Pv), eolico e batterie. La

Da oggi, 17 novembre, le imprese possono presentare domanda per le agevolazioni a progetti innovativi previste dal “Green new deal”: in tutto sono disponibili 750 milioni. L’incentivo, un mix di finan

Pubblicato il decreto direttoriale 14 novembre 2022 del Ministero delle Imprese e del Made in Italy che stabilisce termini e modalità per la presentazione delle domande di agevolazione a valere sul se